[24] Errore umano

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

[24] Errore umano

Messaggio Da ConTRoL il Gio Giu 12, 2008 8:00 pm

Fonte: Wikipedia


Errore umano



Titolo originale: Human error
Diretto da: Katie Jacobs
Scritto da: Thomas L. Moran e Lawrence Kaplow


TRAMA

Una squadra di salvataggio in elicottero (durante una tempesta) tenta il recupero in mare di due giovani sposi cubani. Il marito oppone molte resistenze ed insiste per farsi caricare con la valigia (che conteneva la cartella medica della moglie, malata); il sommozzatore, dopo averlo stordito con un paio di bevute d'acqua marina, riesce a trarlo in salvo.

Appena sull'elicottero si assicura della salute della consorte e chiede urgentemente di vedere House, il Dr. House...

La moglie, molto religiosa ed in costante preghiera, viene passata ai raggi X da Cameron e racconta la storia alla dottoressa. Partiti su una barca a motore, volevano raggiungere House in modo che la potesse vedere e curare (il guasto meccanico e la tempesta hanno complicato il viaggio, mettendo in grave pericolo la vita d'entrambi).

Il marito (sempre ossessionato dal fatto che House la veda e la visiti) viene visitato da Chase per scrupolo (House vuole avere un gruppo di controllo per vedere la reale patologia della moglie), anche se al momento riporta soltanto un po' di disidratazione.

Foreman pensa che la moglie (ed eventualmente anche il marito) sia affetta da sclerosi multipla e vorrebbe metterla sotto interferone ma Chase obietta sul fatto che due coniugi abbiano la stessa malattia: House non si oppone e lo lascia libero d'agire, suscitando l'indignazione di Chase.

Foreman però, mentre applica la cura, crea un danno alle ossa della paziente: House ordina una PET perché pensa che sia il cancro la causa di ciò; in attesa dei risultati licenzia Chase, adducendo la scusa del cambiamento: subito si ritrova Cameron, Foreman, Cuddy e Wilson contro, ognuno di loro con validi motivi per impedire il licenziamento del medico australiano.

Chase, ligio al dovere, chiamato da House per scoprire i risultati della PET (cosa che, nonostante l'esorbitante numero di medici affollante il suo ufficio, nessuno ha fatto) comunica lo stesso il risultato: trombosi al braccio.

Foreman fa un'angiografia per capire meglio di cosa si tratta (ma prima lascia il numero di casa privato di House al marito, che -come prevedibile- lo assilla di telefonate) mentre Cameron se la prende con lui in quanto lo ritiene la causa dell'estromissione di Chase.

House, stanco delle telefonate, rinuncia al sonno e piomba in ospedale, la ragazza va in tachicardia ventricolare e qui avviene il vero miracolo: non si sente il battito del polso ma continua a parlare!

House (incredulo) la incita a tossire per far affluire il sangue al cervello, mentre Cameron pompa l'aria con un ambu e Foreman le pratica un massaggio cardiaco; il geniale dottore ferma per il momento l'applicazione di un bypass per evitare che il trombo arrivi al cervello, ma dopo tre ore è la stessa Cuddy ad ordinarglielo, fulminandolo con lo sguardo.

Intanto il marito trova lo studio di House e lo rimprovera del fatto di non visitare i pazienti per diagnosticare i loro malesseri.

House prendendo il marito in parola e va a controllare la situazione, osservando da vicino il cuore della donna sotto intervento; lo fa alzare e girare per registrare eventuali anomalie, chiede al chirurgo di farlo ripartire con il defibrillatore ma dopo sei tentativi vani il medico abbandona il campo e la mette sotto bypass per salutare il consorte.

Cameron abbraccia Foreman per salutarlo e gli regala la prova del furto intellettuale che le fece tempo fa (il caso della bambina spenta e poi fatta ripartire); House sdegna la scena e lascia la serata libera ai suoi collaboratori, non arrendendosi al fatto di dover dire al marito che può staccare la spina. Cameron intanto consola Chase al pub, per nulla abbattuto, anzi quasi sollevato da questa possibilità di cambiamento.

Cuddy esorta House a mollare e a confessare al marito la verità: House lo trova nella cappella dell'ospedale (lui è ateo ma prega per la promessa fatta alla moglie di fare tutto il possibile) disperato in lacrime.

Con grande professionalità e serietà adempie al suo compito ma, una volta fermata la macchina, il marito sente il battito e prende la mano di House per condividere la scoperta: accende i macchinari e il battito è perfettamente nella norma, la ragazza addirittura si sveglia e pronuncia il nome del marito!

Mentre l'uomo grida al miracolo divino House ci regala una memorabile prova d'attore, con uno sguardo tra lo stupefatto e lo sdegnato rivolto verso il cielo e braccia allargate (che ridiventerà nella scena dopo uno sguardo indignato: "Un cuore sano non si ferma senza motivo e un cuore fermo non riparte senza motivo!").

Foreman conferma la stabilità della ragazza senza bypass e House, in eterna lotta con il divino (adora la logica), ha l'intuizione geniale: E se fosse un errore divino?, ovvero un difetto congenito ad un'arteria che la rende soggetta ad infiammazioni.

Il marito (ovviamente) è molto restio a rimettere sua moglie sotto quello stesso esame che prima le aveva fermato il cuore: House in tono perentorio gli ricorda le difficoltà che ha affrontato per vederlo e gli chiede se affida la vita della sua compagna a lui o a Dio.

House questa volta esegue egli stesso l'esame angiografico, rivelando un terzo ostio che non dovrebbe esserci (ed è la causa scatenante di trombosi, infiammazioni e via dicendo): un piccolo intervento e tutto verrà risolto (anche se la donna ringrazia Dio, scatenando il fastidio di House).

Cameron si presenta a casa di Chase per recuperare la loro storia mentre House arriva all'atto estremo: mentre prepara e mangia un toast con burro d'arachidi in compagnia di Wilson confessa a Foreman che è il migliore e che sostiene tutto il gruppo.

Foreman, sprezzante, rinfaccia ad House la sua felicità temporanea ed effimera data dal risolvere un'enigma alla volta, mentre lui invece preferisce salvare vite umane; House intuisce il lesionismo provocato dallo strascico dell'addio del dottore per tre settimane e lo offende dandogli dell'egoista bastardo.

House, rafforzando il suo cinismo e vedendo che il suo meglio non è servito, s'indurisce ancora di più ma riceve un'altra batosta: Cameron rassegna le sue dimissioni ringraziandolo della bella esperienza e sperando che ci rida sopra.

Senza più un team osserva la sua paziente bevendo rhum e fumando il sigaro con il marito; non sa definire questa situazione d'abbandono e, una volta giunto a casa, inaugura la sua nuova chitarra acustica (giusto per restare in tema di cambiamenti, come lo aveva poco prima rimproverato Wilson di usare la stessa chitarra dai tempi liceali).

Un uomo solo ma, dopo tanta sofferenza a causa della sua gamba, finalmente sereno.


Altri interpreti: Mercedes Renard, Omar Avila, Stephen Markle
Diagnosi finale: Cardiopatia congenita (presenza di un terzo ostio nel cuore)
avatar
ConTRoL
Admin

Numero di messaggi : 173
Età : 24
Località : Brescia
Data d'iscrizione : 10.06.08

Vedi il profilo dell'utente http://dottorhouse.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum